Monachesimo e istituzioni ecclesiastiche in Egitto. Alcuni casi di interazione e integrazione.pdf

Monachesimo e istituzioni ecclesiastiche in Egitto. Alcuni casi di interazione e integrazione

Mariachiara Giorda

Tra la fine del III e linizio del IV secolo il monachesimo inizia a differenziarsi da altri gruppi che compongono il panorama sociale cristiano: i laici secolari, i chierici e i monaci (in maggior parte laici) sono realtà distinte tra loro. In Egitto, la società cristiana assumerà molto presto una forma bipartita, con monaci e chierici da un lato e laici secolari dallaltro. I processi di istituzionalizzazione e clericizzazione che convolgono il monachesimo lo portano a definire nuovi rapporti con le istituzioni ecclesiastiche. Allindomani del concilio di Calcedonia (451 d.C.), che la Chiesa copta non accetta, si assiste a unintegrazione sempre più profonda tra le due parti e un intensificarsi delle collaborazioni allinsegna di una comune costruzione di unidentità cristiana specifica. In gioco vi è la definizione del cristianesimo copto, rispetto alla fede e alla politica bizantina di difesa dellortodossia. Le modalità che caratterizzano le relazioni tra i monaci e il clero si giocano dunque anche sul piano della spartizione dei territori e delle competenze. I differenti gradi di autonomia, gli spazi e i tempi di conflitto, di collaborazione - e anche di strumentalizzazione ed etero-direzione reciproca - contribuiscono a definire il quadro dinsieme. Il volume propone unanalisi di questi rapporti, attraverso una riflessione sulle figure protagoniste - monaci, chierici e vescovi - e sui loro campi dazione.

[3] I criteri di rinnovo delle cariche dell’amministrazione statale e le tendenze «classiciste» nello studio di S. Puliatti, Ricerche sulla legislazione «regionale» di Giustiniano. Lo statuto civile e l’ordinamento militare della prefettura africana, Milano 1980, 7-16. Sul classicismo pubblicistico di Giustiniano cfr. peraltro R. Bonini, L’ultima legislazione pubblicistica di L'Alto Medioevo è, per convenzione, quella parte del Medioevo che va dalla caduta dell'Impero romano d'Occidente, avvenuta nel 476, all'anno 1000 circa. A seconda dell'impostazione storiografica, il primo secolo di tale periodo, si può talvolta sovrapporre al periodo precedente della tarda antichità, mentre l'ultimo secolo a quello successivo del Basso Medioevo (o, per altri storici, a

2.58 MB Dimensione del file
8810415167 ISBN
Monachesimo e istituzioni ecclesiastiche in Egitto. Alcuni casi di interazione e integrazione.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.fotovoltaicipulizia.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Dopo aver letto il libro Monachesimo e istituzioni ecclesiastiche in Egitto.Alcuni casi di interazione e integrazione di Mariachiara Giorda ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui.

avatar
Mattio Mazio

Dall’Egitto esso si estende in Siria e poi in Occidente, 13 Cfr. M. G IORDA, Monachesimo e istituzioni ecclesiastiche in Egitto. Alcuni casi di interazione e integrazione, Bologna 2010. 14 M. P ACAUT, Monaci e religiosi nel medioevo, tr. it., Bologna 2007, p. 18.

avatar
Noels Schulzzi

Mariachiara Giorda, Monachesimo e istituzioni ecclesiastiche in Egitto. Alcuni casi di interazione e di integrazione (Scienze Religiose. Nuova serie, 22), Bologna, Edizioni Dehoniane, 2010 (Fabio Cusimano) Yann Grappe, Sulle tracce del gusto. Storia e cultura del … Giorda, Monachesimo e istituzioni ecclesiastiche in Egitto. Alcuni casi di interazione e di integra-zione (S.A. Robbe) • Procopio di Cesarea , S. Sofia di Costantinopoli. Un tempio di luce (De aedificiis I, 1, 1-78), a cura di P. Cesaretti – M.L. Fobelli (M. Aimone) • L. Carnevale,

avatar
Jason Statham

42 Sul rapporto con le istituzioni ecclesiastiche, cfr. A. Martin, Les relations entre le monachisme égyptien et l’institution ecclésiastique au IVème siècle, in Foundations of Power and Conflicts of Authority in Late-Antique Monasticism, ed. by A. Camplani, G. Filoramo, Leuven 2007, pp. 13-46; M. Giorda, Monachesimo e istituzioni ecclesiastiche in Egitto, Bologna 2010. Istituzioni ecclesiastiche della Toscana medioevale by: Wickham, Chris 1950- Published: (1980) Monachesimo e istituzioni ecclesiastiche in Egitto: alcuni casi di interazione e integrazione by: Giorda, Mariachiara 1977- Published: (2010)

avatar
Jessica Kolhmann

Giorda, Monachesimo e istituzioni ecclesiastiche in Egitto.Alcuni casi di interazione e integrazione. Fabio Ruggiero. La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale. Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato.