Gli occhi del principe. Castelvetrano: uno stato feudale nella Sicilia moderna.pdf

Gli occhi del principe. Castelvetrano: uno stato feudale nella Sicilia moderna

Rossella Cancila

Nel clima di contrapposizione e scontro che caratterizzò lultima fase del dominio austriaco in Sicilia, il principe don Diego Pignatelli Aragona Cortes (1687-1750) promosse unindagine conoscitiva su tutti gli stati, effetti, rendite e giurisdizioni da lui posseduti nel Regno di Sicilia, che servisse a chiarirgli le caratteristiche proprie di ogni feudo e università, a dimostrazione dellattenzione che il potere feudale rivolgeva allorganizzazione della realtà locale. Lanalisi del prezioso documento, alla luce di numerose altre fonti coeve, consente allautrice di penetrare allinterno del sistema di governo del feudo e della realtà economica e sociale di Castelvetrano, grosso centro baronale siciliano della prima metà del Settecento. E di recuperare inoltre interessanti frammenti della vita politica locale, grazie alla ricostruzione delle vicende secolari e dei processi di mobilità di un gruppo di famiglie che costituivano il ceto dirigente della comunità.

Gli occhi del principe. Castelvetrano: uno stato feudale nella Sicilia moderna: Nel clima di contrapposizione e scontro che caratterizzò l'ultima fase del dominio austriaco in Sicilia, il principe don Diego Pignatelli Aragona Cortes (1687-1750) promosse un'indagine conoscitiva su "tutti gli stati, effetti, rendite e giurisdizioni" da lui posseduti nel Regno di Sicilia

5.15 MB Dimensione del file
8883342828 ISBN
Gli occhi del principe. Castelvetrano: uno stato feudale nella Sicilia moderna.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.fotovoltaicipulizia.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Gli occhi del principe: Castelvetrano: uno stato feudale nella Sicilia moderna (I libri di Viella Vol. 69) (Italian Edition) eBook: Cancila Rossella: Amazon.co.uk: Kindle Store

avatar
Mattio Mazio

Spazi dell’allevamento e spazi dei poteri nell’Italia di età moderna. Saverio Russo, Biagio Salvemini. 2007, pp. 224. € 20,00-5% € 19,00. Il Buon Governo. Le finanze locali nello Stato della Chiesa (secoli XVI-XVIII) Gli occhi del principe. Castelvetrano: uno stato feudale nella Sicilia moderna… Castelvetrano: uno stato feudale nella Sicilia moderna, Roma: Viella, pp. 424; (2003) Financiacion de la Guerra en la Sicilia de Carlos V, in "Memoria", vol. 9, pp. 56-73; (2001) Corsa e pirateria nella Sicilia della prima età moderna, in "Quaderni Storici", vol. 107, pp. 363-377; (2001) Fisco Ricchezza Comunità nella Sicilia del Cinquecento

avatar
Noels Schulzzi

Feudi sotto la giurisdizione del Stato di Castelvetrano (187). Feudi di Peribaida ... un caso non molto diffuso nella Sicilia del l'età moderna, dove i patrimoni. Gli occhi del principe: Castelvetrano: uno stato feudale nella Sicilia moderna (I libri di Viella Vol. 69) eBook: Rossella, Cancila: Amazon.it: Kindle Store.

avatar
Jason Statham

Nel clima di contrapposizione e scontro che caratterizzò l’ultima fase del dominio austriaco in Sicilia, il principe don Diego Pignatelli Aragona Cortes (1687-1750) promosse un’indagine conoscitiva su «tutti gli stati, effetti, rendite e giurisdizioni» da lui posseduti nel Regno di Sicilia, che servisse a chiarirgli le caratteristiche

avatar
Jessica Kolhmann

Buy Gli occhi del principe. Castelvetrano: uno stato feudale nella Sicilia moderna by Rossella. Cancila (ISBN: 9788883342820) from Amazon's Book Store. Everyday low … PIGNATELLI ARAGONA CORTÉS E MENDOZA, Diego. – Nacque a Madrid il 21 gennaio 1687, primogenito di Nicolò Pignatelli, barone di Caronia, e di Giovanna Pignatelli Aragona Cortés e Pimentel Mendoza, duchessa di Terranova e di Monteleone, principessa di Castelvetrano e di Noia. Sposò nel 1713 Anna Caracciolo, da cui non ebbe figli, e nel 1717 Margherita Pignatelli, erede della Ducea di